suez-canal-

Porti egiziani via libera al piano di potenziamento

L’Egitto si è impegnato in un progetto di up-grading delle sue strutture portuali, e ha focalizzato l’attenzione in particolare sui sei porti che si affacciano sul canale di Suez; obiettivo attrarre una quota crescente dei volumi di traffico che gravitano sulla regione.

E’ stato il presidente Abdel Fattah Saeed Hussein Khalil el-Sisi a presentare il piano generale di sviluppo e ampliamento porti di Sukhna e Adabeyia Ahmed Darwish, insieme con il direttore dell’autorità generale della regione economica il canale di Suez e Kamel Elwazeer, espero di ingegneria portuale e Hesham Abu Sennah, capo della autorità portuale del Mar Rosso.

I porti devono essere migliorati per soddisfare il previsto aumento dei volumi di lavoro derivanti dal completamento del progetto di sviluppo di regione Canale di Suez, che comprenderà l’istituzione di alcune regioni industriali per i progetti petroliferi, oli minerali e chimici prodotti.

Su Port Said, il Canale di Autorità di Suez (SCA) e il Canale di Suez Container Terminal (SCCT), che è il 55 % di proprietà di APM Terminals di Maersk, hanno stipulato un accordo per potenziare congiuntamente lo East Port attraverso la costruzione di un canale di 60 milioni di dollari. Il canale sarà dragato per più di sette mesi e dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2016.