Paolo-Costa-Large

La Via della Seta e Renzi rilanciano l’offshore di Venezia

Anche il presidente italiano del Consiglio, Matteo Renzi, indossa gli abiti di Marco Polo e raccogli il guanto di sfida  “One belt, One Road”  del presidente cinese, Xi Jinping per la costruzione di moderna Via della Seta. In una intervista esclusiva all’emittente televisiva statale cinese, Cctv. Renzi ha parlato di «un’opportunità davvero grande, perché l’Italia è una terra bagnata dal mare, e la conclusione della strada tra la Cina e l’Europa possono essere proprio i porti italiani». Ha quindi ipotizzato una decisione comune sugli investimenti da fare…

E come non farsi tornare alla mente, il progetto del terminal offshore lanciato da Paolo Costa per Venezia? Proprio i cinesi, con capitali e compagnie pronte a fare il primo passo, hanno avvallato il prrogetto tacciato in Italia di velleitarismo e cassato, nonostante che sia approdato al Cipe, da illustri esponenti del governo.

Eppure questo progetto sembra essere fatto su misura non solo per il presidente Renzi, che non sta facendo mistero della volontà di rilanciare un grande sforzo infrastrutturale, ma per l’intero sistema paese .