Awakenings-1990

Gli strani risvegli nel porto di Genova

Awakenings. Chissà quanti ricordano il drammatico film con De Niro e Robin Williams. Liberamente tratto da un libro di Oliver Sacks raccontava il risveglio di pazienti afflitti da encefalite letargica e condannati quindi a un eterno oblio, che, grazie a un farmaco, Dopa L, tornavano alla vita normale. Purtroppo gli effetti benefici della medicina duravano poco e il medico che li aveva risvegliati dal loro sonno catatonico doveva assistere dolorosamente al loro ritorno a uno stato di oblio.

In questi giorni abbiamo scoperto che cio’ puo’ accadere anche sulle banchine di un porto, nella fattispecie quello di Genova. Improvvisamente risvegliatisi da un sonno catatonico imprenditori e sindacati hanno levato il loro coro di critiche all’Autorità portuale, rea di aver di fatto congelato tutto, dai lavori infrastrutturali ai processi di riorganizzazione; colpevole anche di consentire agli uffici dirigenziali di non funzionare e di avvalersi di risorse esterne per fare andare al macchina.

Nel mirino il povero Ammiraglio Pettorino al quale lo Stato ha consegnato la patata bollente di gestire il porto di Genova, per di piu’ alla vigilia di una faticosa e complessa fusione con Savona. Da Aldo Spinelli al segretario della Filt Cgil, Enrico Ascheri, sino ai segretari delle altre organizzazioni sindacali è emerso un parere unanime: il porto si è fermato, il porto non funziona e la olpa è dell’Autorità portuale.

Awakenings? Forse si, perchè altrimenti non si spiegherebbe il silenzio quasi decennale sul ritardo fatale dei lavori del terminal container, il blocco dei lavori dei ponti Nino Ronco e Canepa; lo stallo nello spostamento a mare di Fincantieri e l’ignavia complessiva dell’Autorità portuale non in condizione di sfruttare l’opportunità di essere l’unica grande stazione appaltante della Liguria con i soldi in cassa e totalmente incapace di investirli.

Sino a che in carica c’era un Presidente, dotato di pieni poteri, la terribile malattia dell’oblio aveva evidentemente impedito a tutti di vedere, valutare, criticare cio’ che stava accadendo. Ma ora c’è Pettorino e il farmaco ha fatto i suoi effetti. Aspettiamo il nuovo sonno.