parigi clochard

E se fra i clochard nel metro si nascondessero Jihadisti?

In un rapporto presentato al Parlamento francese dai senatori Alain Fouché e Francois Bonhomme è evidenziato un nuovo rischio terrorismo: che gli jihadisti possano “facilmente confondersi” con i circa 300 senza-tetto, i clochard, che durante l’inverno dormono di notte nella stazioni della metropolitana.

Il problema non è quello di “cacciare” i senza fissa dimora-è evidenziato nello studio- ma piuttosto mettere in evidenza le falle di sicurezza nella rete dei trasporti della capitale.

“I terroristi – si legge nella relazione –  possono ottenere un risultato splendido mischiandosi con le persone senza fissa dimora che dormono nella metropolitana di notte, quindi cogliere l’opportunità di procedere a qualsiasi tipo di attacco o attentato anche sabotando i binari on esplosivo.