pollicardo

Bureau Veritas Italia avanti tutta

I primi due mesi del 2016 confermano l’andamento positivo di Bureau Veritas Italia, con una crescita del fatturato che è avvalorata anche dall’avvio del percorso lavorativo per 35 nuove persone. Performances, queste, in linea con i risultati del 2015, anno che ha visto una forte crescita del fatturato, balzato da 74 milioni del 2014 a 85 milioni, e la creazione di 90 nuovi posti di lavoro. Ció in coerenza anche con l’andamento del titolo della capogruppo Bureau Veritas, leader mondiale della certificazione che, in controtendenza, ha beneficiato anche dell’effetto annuncio del nuovo piano di sviluppo al 2020.

In Italia, mercato assolutamente primario e presidiato da Bureau Veritas Italia, la percezione del gruppo e della sua solidità è nettamente migliorata presso la comunità degli investitori, anche grazie alla strategia di forte crescita qualitativa e quantitativa, nonché attraverso possibili integrazioni di nuove realtà e di filiere di business. Nella sua politica di espansione Bureau Veritas Italia ha un preciso filo conduttore determinato dal perseguimento dell’innovazione e della sostenibilità. Fattori sostenuti e resi possibili dalla solidità finanziaria e di governance, ma anche da un piano strategico chiaro, ambizioso ma definito in tutte le sue declinazioni.

A livello mondiale, il gruppo Bureau Veritas ha archiviato il 2015 con una crescita dell’11,1% nel fatturato, sino a 4,6 miliardi di euro e che, proprio grazie alle sue performances costantemente positive, ha rivalutato dell’87% il suo titolo borsistico rispetto alla prima quotazione. (nella foto Ettore Pollicardo, presidente Bureau Veritas Italia)