Guido-Grimaldi-4(800x485)

A.L.I.S.: a Napoli gli “stati generali” della logistica italiana

Nella giornata di ieri, presso la Stazione Marittima di Napoli, gli imprenditori di colossi di fama internazionale quali Acqua Sant’Anna, Iveco, Dhl e Gruppo Veronesi si sono incontrati con gli oltre mille delegati del settore dei trasporti nella grande conferenza organizzata da A.L.I.S. – Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile dal titolo “Il rilancio del Mezzogiorno attraverso la logistica intermodale sostenibile”. Questo, infatti, il tema affrontato nel corso dell’intera giornata.
E’ partita proprio dal capoluogo partenopeo, quindi, la sfida di Alis per il rilancio del Mezzogiorno attraverso una logistica intermodale sostenibile impostata in maniera tale da mettere insieme le necessità delle aziende e degli operatori.
Alla conferenza, moderata da Bruno Vespa e con Guido Grimaldi a fare gli onori di casa, era presente un parterre d’eccezione: tra le presenze più prestigiose il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Riccardo Nencini, il governatore della Campania Vincenzo De Luca, il vicepresidente mondiale degli armatori, Manuel Grimaldi, i Presidenti di numerose Autorità di Sistema Portuale e i massimi vertici del governo che hanno dato il loro contributo al dibattito su una grande sfida: lo sviluppo del Sud Italia.
Un dibattito con al centro il cammino fatto da Alis a soli nove mesi dalla sua fondazione e, soprattutto, focalizzato su ciò che occorre fare perché il Sud del nostro Paese possa almeno competere con le aree del Nord Italia.
Guido Grimaldi, presidente di Alis, ha aperto il confronto introducendo il tema del convegno, la ripresa delle aziende del Sud attraverso la sinergia dei trasporti. Sinergia che mira essenzialmente alla riduzione del costo logistico, attualmente troppo caro e, quindi, non competitivo a livello internazionale.
“Con lo sviluppo infrastrutturale e dei trasporti tutte le aziende della penisola potranno realmente ampliare i loro mercati di riferimento” – ha spiegato Grimaldi. “Questo grande convegno – ha proseguito – ha come obiettivo quello di far sentire forte e chiara la nostra voce, voce di tante aziende che vogliono crescere e far crescere l’occupazione in Italia”.
Nel suo intervento, il viceministro Nencini ha sottolineato come la logistica rappresenti una grande opportunità per il Mezzogiorno. “Non a caso il ministero ha un piano per la logistica allegato al documento economico e finanziario che prevede investimenti imponenti nell’intermodalità e nella connettività in ferro e in gomma soprattutto con i grandi porti italiani”. Investimenti che, però, spesso si scontrano con i tempi sempre più lunghi della pubblica amministrazione. “Bisogna applicare alla lettera il nuovo codice degli appalti – ha sottolineato su questo punto Nencini – perché sulle grandi opere con il progetto esecutivo si tagliano i tempi. Ma bisogna velocizzare la realizzazione delle opere togliendo dall’inizio quegli ostacoli che in Italia sono troppi”.

G.S.