DELRIO

15 uomini, 15 uomini….sulla cassa…

Per quelli che hanno i capelli bianchi o ne hanno pochi il ritornello cantato dai pirati, in uno sceneggiato tv in bianco e nero, farà ritornare alla mente vecchi ricordi. e Parlare di 15 uomini, 15 uomini sulla cassa del morto, farà solo sorridere. Per altri che non hanno vissuto l’epoca del bianco e nero susciterà interrogativi e domande? Cosa c’entra una canzone di pirati che ineggiava a una bottiglia di rum? C’entra eccome. Perchè forse oggi alla vigilia della entrata in vigore ufficiale della riforma pubblicata con grandissimo ritardo (e va già bene che si trattava di un provvedimento di urgenza) sulla Gazzetta ufficiale, i 15 uomini hanno ancora il volto coperto.

Sembrerà strano, ma nel paese che non riesce a tenere un segreto per piu’ di dieci secondi; nel paese dove ti intercettano anche se dici a casa di buttare la pasta, ebbene in questo paese, dal ministero e dal governo non è trapelata una singola voce circa i nomi dei 15 presidenti che non balleranno sulla cassa del morto, ma che guideranno i porti italiani. Qualche indiscrezione per Genova, che si dà per assegnato, una quasi certezza per Trieste, dove la presenza in loco di Deborah Serracchiani dovrebbe mettere Zeno D’Agostino al riparo da sorprese dell’ultima ora…poi il vuoto cosmico.

Il consulente del ministro, Luigi Merlo, ha sostenuto in piu’ sedi che tutti i nomi sono pronti, ma ora piu’ dei nomi vengono a galla i dubbi. Possibile che in sette mesi, peer non parlare dei 22 anni che hanno preceduto il varo della legge di riforma, il governo non sia riuscito a stilare una lista affidabile di nomi, con qualche variabile (questo sarebbe concesso), ma comunque pronti per l’uso da collocare ai vetrici delle nuove Autorità di sistema?

Per intanto l’asse portante della riforma, quella timida fusione fra porti, finisce nel congelatore. Nozze rinviate per Genova e Savona, per Napoli e Salerno, ma anche per La Spezia e Carrara. Oltre che sui nomi degli uomini si incomincia a temere anche sugli effetti pratici della riforma….